Nutrizione stimolante?

Come molti di voi sapranno -per chi non lo sapesse lo ribadisco- il sottoscritto è contrario alla nutrizione delle api.

Sarebbe come dare del cibo ad una tigre…forse che cotanto felino selvatico non sia in grado di prendere da sola un topolino?

Ma facciamo un repeat, perchè essere contrari alla nutrizione e per nutrizione mi riferisco a quella classica fatta come tutti sanno a base di zucchero?

Perchè, appunto, le api sono esseri selvatici, seppur contenuti in un ambiente “domestico” come l’arnia, non hanno tutti i comforts come può averli il nostro gatto o il nostro cane nella nostra termoregolata casetta…

Infatti, l’apicoltore si lamenta di avere api deboli e quindi si rivolge a qualcuno che gli fornisca pacchi di api, regine poichè le sue famiglie stentano……chissà come mai…

Le api devono tornare ad essere animali selvatici, se le viziamo è ovvio che avendo a che fare con la natura e con la sua forza non riusciranno a superare ad esempio i rigori invernali o primaverili…

L’unico alimento che possiamo fornire ad una famiglia che all’uscita dall’inverno presenta problemi (di vitalità o di scorte) è quella (pensiamo sempre ad una eventuale riunione….poi si potrà sempre dividere) fatta a base -sembrerà strano a dirlo- di miele! Ma guarda un po’…pensavo che le api mangiassero i cavolini di ########, come da giuste foto che si riportano ad esempio…

P1310205 P1310201 P1310198 P1310196Notare come le api si dispongano in maniera militarmente allineata, a mo’ di battaglione!

Questo discorso -della nutrizione con il miele- è ovviamente molto più complesso e va rapportato alle varie generazioni di api e quindi di regine che si susseguono negli anni in un apiario ed è per questo che bisogna importare il meno possibile proprio per avere il proprio ecotipo adattato al proprio ambiente e alla propria zona.

Le api non sono vacche da mungere!

Mi sono attirato ancora di più la simpatia degli allevatori di regine e dei produttori di pacchi di api………………………………………………………………….me ne farò una ragione…………………………………………………………………………..

Ricordiamoci, inoltre, che il miele che va dato alle api deve essere ESCLUSIVAMENTE miele del nostro apiario (di cui siamo sicuri circa la NON presenza dell’eventuale pesticella…..) e va dato con le dovute cautele onde evitare il saccheggio
sempre pericoloso in periodi di carenza di fonti nettarifere.

Altro metodo per nutrire le api è sforchettare i favi in modo che le api utilizzino il miele ad esempio cristallizzato di difficile accesso: la tecnica presume che ci sia una certa temperatura idonea per permettere le visite e l’estrazione dei favi.

Annunci

4 pensieri su “Nutrizione stimolante?

  1. Ciao Luca….
    sei contrario anche al metodo che usano in Francia, dove lasciano i fusti di sciroppo in mezzo a I campi, cosi costringono le api a bottone lo sciroppo, al posto di farglielo trovare in soffitta.

    • ciao caro Giuseppe,
      grazie per il commento.
      Si sono contrario e anche doppiamente spiegandoti il perchè:
      1) è sempre saccarosio industriale al quale se non addizione limone o aceto crea problemi intestinali alle api (derivazione industriale)
      2) si crea una zona in cui si raccolgono molte bottinatrici anche di molti altri apiri creando rischi di diffusioni di patologie tra apiari.

      ciao e continua a seguirmi!

      luca

  2. Ciao Luca… La penso più o meno come te, sono d’accordo sul fatto che le api se sistematicamente nutrite si “inborghesiscono”, ma penso anche che se arrivano in prossimità dell’inverno con poche scorte e non gli vengono fornite, oppure se la primavera tarda a partire, muoiono di fame. Come risolvere il problema? Si potrebbe pensare di far riempire di miele un certo numero di telai da nido, e fornirli alle famiglie con poche scorte al momento del invernamento. Ma se non sei stato previdente e ti sei smilelato tutto, per forza sei costretto a ricorre al nutrimento se non le vuoi far morire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...